Main Menu
Login
Username

Password

Ricordami
Hai dimenticato la password?
Senza account? Creane uno!
Online
Sono online 204 ospiti
Statistica Utenti
17678 registrati
1430 questo mese
ultimo: swusafmeynywxwi
11
12
SCREEN MUSIC
by blanche
Stampa E-mail
Scritto da blanche    luned́, 11 dicembre 2006 - Inserisci un commento

Screen Music è un progetto ideato da Gianni De Simone e curato da Marco Mancuso fondatore e direttore di Digicult, con la preziosa collaborazione di Andrea Mi, direttore di Videominuto e Federica Linke di Basebog.

Screen Music si è svolto lo scorso 30, 1 e 2 dicembre in occasione del Festival della Creatività, una manifestazione nuova e innovativa promossa in Toscana per affermarne il ruolo di “nodo” sulla rete della creatività globale, un evento “pop” con un profilo di comunicazione “alta” che ha l'obbiettivo dichiarato di divenire una vetrina interattiva per le eccellenze nei vari ambiti della creatività, dell'innovazione e della ricerca.

Nel solco della sperimentazione contemporanea all'interno delle nuove discipline multimediali, gli artisti invitati a presentare le loro recenti produzioni video si sono esibiti dal vivo all'interno della splendida location del Teatrino Lorenese della Fortezza da Basso a Firenze, rappresentando a diverso titolo esempi perfetti di quello che oggi viene considerata la più avanzata ricerca elettronica.

LIVE PERFORMANCES

Musica, video, sinestesia audiovisiva, spirito di ricerca, tecnicismo, improvvisazione, design; elementi questi presenti in ciascuno dei progetti proposti a Screen Music in un crescendo emotivo che parte dalle sperimentazioni audio-video glitch e algide di artisti come il progetto italiano IDNLNY del duo Autobam/Tibor Fabian , i fratelli elettronici di origine belga Boris & Brecht Debackere con l'incredibile performance audio-video Rotor e il collettivo di sperimentazione elettronica audiovisiva milanese Otolab che presenterà il nuovo progetto Op7 sviluppato sul tema delle Sette Torri Celesti dell'artista Anselm Kiefer, per proseguire nel caotico flusso sonoro rigorosamente live di veri e propri geni come Errorsmith, il folle sperimentatore americano Otto Von Shirach, e uno dei più accreditati innovatori della minimal techno, il tedesco Sleeparchive.

In conclusione, le pulsioni ritmiche di dj e artisti del beat elettronico come il nuovo progetto tutto italiano Scary Grant (ex Eclat), il dj francese del momento Bern e il folle collettivo di micromusic a 8bit nel Micromusic Closing A/V party, che ha intrattenuto il pubblico  con i vecchi Atari di Stu e Schmx, i gameboys da Tonylight ed i video realizzati con un Amiga old style da Otro.


Stu e Schmx/ Otro


Hanno accompaganto i live  i vj set di alcuni dei migliori talenti nazionali e internazionali: grafici, videoartisti e designer che costruiranno, in tempo reale, gli immmaginari perfetti ad accompagnari i suoni diffusi nel Teatrino Lorenese. Il noto progetto Kinotek di Mattia Casalegno, il talento giapponese Motomichi Nakamura e il software artist rumeno Alex Dragulescu, hanno coniugato dal vivo l'esigenza visiva che costituisce ormai elemento centrale di questo tipo di eventi con lo spirito di improvvisazione e tecnica che ha trasformato il vjing da elemento di contorno degli inizi a pezzo fondamentale dello scacchiere attuale nelle live media performances.


Otto Van Shirack/Motomichi Nakamura


Errorsmith/Mattia Casalegno

 


< Precedente   Successivo >
You are not authorized to leave comments - please login.