Home arrow Festival Report arrow Festival Report: Netmage 07 International Live Media Festival
Main Menu
Login
Username

Password

Ricordami
Hai dimenticato la password?
Senza account? Creane uno!
Online
Sono online 43 ospiti
Statistica Utenti
17976 registrati
1884 questo mese
ultimo: anandazcory
30
01
Festival Report: Netmage 07 International Live Media Festival
by Besegher
Stampa E-mail
Scritto da besegher    marted́, 30 gennaio 2007 - Inserisci un commento
La settima edizione di Netmage festival si è tenuta, come di consueto l’ultima settimana di gennaio 2007 a Bologna nella splendida cornice del Palazzo Re Enzo.

Vjcentral.it ha realizzato il video report dei progetti nazionali ed internazionali che si sono susseguiti durante le tre serate.

GIOVEDI' 25 GENNAIO 2007

h 22.00
Aki Onda/Oren Ambarchi/Alan Licht (J/Australia/USA)
Cinemage

Il progetto audio-visivo Cinemage, nasce nel 2005. La performance prevede una proiezione di diapositive accompagnata da una improvvisazione chitarristica. Cinemage significa, per Aki Onda, "immagini per il cinema" ma anche "omaggio al cinema". Cinemage assembla fotografie della vita quotidiana di Aki Onda: immagini scattate con notevole sensibilità filmica, dei veri e propri "frame" più che delle foto nello stile di La Jetée di Chris Marker.

www.japanimprov.com/aonda

h 22.30
John Duncan/Leif Elggren (USA/Sw)
Something Like Seeing In The Dark

Sentire.  Che cosa?
La voce verrà   Non hai il controllo I suoni sono scelti, le voci parlano nelle lingue sconosciute. Concentrati.  Aiuta il pregare, all'intelligenza? Probabilmente no.  Da qualche parte, nel silenzio, nella solitudine, nel tanfo di sudore nella calura, c'è un messaggio. In qualche modo, nonostante tutto, senti che capirai.

Il tono della breve introduzione che precede è allusivo e profetico come si conviene alle attitudini dei due artisti coinvolti in questa inedita performance sonica, realizzata appositamente per Netmage 07.

Leggi l'intervista realizzata da Silvia Bianchi per Digicult.it


www.johnduncan.org

VENERDI' 26 GENNAIO 2007

h 22.00
Studio Brutus/Citrullo Int./Taxonomy (I)
H2O

H2O è una composizione che interpreta il tema del crossover audio-visivo, grazie a una esecuzione stratificata per passaggi progressivi: dal video shooting, passando per una ri-scrittura in grafica digitale, raccogliendo infine il feedback d'interazione con la forma d'onda dal suono prodotto dai musicisti. Il flusso visivo si sviluppa e integra in accordo con l'esecuzione musicale producendo un insieme ibrido a tratti decisamente inedito, elettro-digitale, di alta improbabilità.

www.studiobrutus.com

h 22.30
Kjersti Sundland/Anne Bang-Steinsvik (N)
Monstrous Little Women

Il live set Monstrous Little Women,è ispirato al libro di Barbara Creeds Monstrous Feminine.
Opera di ricognizione sulle figure femminili della cinematografia horror, questa antologia iconografica assembla le infinite variazioni della rappresentazione di un unico stereotipo emotivo: il panico e l'isteria femminile di fronte al manifestarsi del male. Il duo norvegese rielabora dal vivo scene tratte da oltre 100 film horror dagli anni '50 ad oggi - alcuni classici, altri noti e meno noti - re-mixando le audio-tracks originali dei films.

h 23.00
Carlos Casas/Sebastian Escofet (E/Arg)
Siberian Fieldworks (Fieldworks#10)

Una trilogia di film dedicati ai luoghi di vita più estremi del pianeta si chiude con il più recente progetto sulla Siberia Siberian Fieldworks, di cui a Netmage è stata presentata un’inedita anteprima in forma di live per due schermi.

Leggi l'intervista realizzata da Silvia Bianchi per Digicult.it


www.carloscasas.net
http://sebastianescofet.asterisco.org/

h 23.30
Charles Atlas/Chris Peck (USA)
The Intensity Police Are Working My Last Gay Nerve

II live The Intensity Police Are Working My Last Gay Nerve è stato realizzato per la biennale Performa05, un'opera che rappresenta un intenso riattraversamento di temi, estetiche e atmosfere delicatamente connotate da un intramontabile gusto per l'immagine video.

www.eai.org/eai/biography.jsp?artistID=281

SABATO 26 GENNAIO 2007

h 22.00
Invernomuto/Moira Ricci (I)
Bissera

Bissera (ovvero rituale per la guarigione, dal vocabolario popolare della stregoneria) è la storia di una famiglia, raccontata dagli occhi di una bambina, che scopre il proprio passato attraverso una serie di incontri. La dimensione gestuale della magia popolare, lo smarrimento paesaggistico e la scoperta di piccole storie attraverso cui si manifestano bizzarre rivelazioni, fanno di questo lavoro un racconto a cavallo fra fiction e linguaggi documentaristici, con interstizi sperimentali.

Leggi l'intervista realizzata da Silvia Bianchi per Digicult.it

www.invernomuto.info

h 22.30
Opificio Ciclope/Egle Sommacal (I)
Rapsodia della Santa Muerte

Citta' del Messico. Ogni primo del mese una folla vistosa porta con se' una statua della morte per farla benedire in uno degli altari cittadini dopo la recitazione di un rosario. Per questo progetto speciale, sollecitato da Netmage come forzatura pre-produttiva in vista dell'uscita prossima di un montato rivolto al mercato satellitare europeo, la track audio è composta ed eseguita dal vivo da Egle Sommacal, chitarrista a suo tempo di Massimo Volume.

Leggi l'intervista realizzata da Silvia Bianchi per Digicult.it

www.opificiociclope.com


h 23.00
Armin Linke/Carl Michael von Hausswolff (I/Sw)
Details

Un’esplorazione live di poche, misurate, fotografie dall’archivio infinito di Armin Linke. Details è un’immersione dentro l’immagine seguendo un tracciato non ovvio e personale, come a esasperare la tensione fra le potenzialità di fiction e l'ineluttabile necessità di realtà su cui ogni progetto visivo di Armin Linke è fondato. Una penetrazione nell’immagine come alla ricerca di indizi, come assecondandone una possibile visione per suoni e non per dettagli iconografici, a sfondarne i limiti per ritrovarsi in un altrove, circondati ancora una volta da una moltitudine solo apparentemente silenziosa. Details è un viaggio dello sguardo guidato da un soundscape inedito, ossessivo e sottilmente evocativo che invece di procedere in parallelo, come una colonna sonora cinematografica, esplode i limiti delle immagini e vi dialoga, perturbandole di presenze invisibili, ricorrenti ed enigmatiche.

www.arminlinke.com

www.elgaland-vargaland.org/

+ + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + + +
www.netmage.it
< Precedente   Successivo >
You are not authorized to leave comments - please login.