Main Menu
Login
Username

Password

Ricordami
Hai dimenticato la password?
Senza account? Creane uno!
Online
Sono online 331 ospiti
Statistica Utenti
17965 registrati
1770 questo mese
ultimo: Randallfaphy
10
01
Eyes on vjs #09 January 09
by Besegher
Stampa E-mail
Scritto da Besegher    sabato, 10 gennaio 2009 - Inserisci un commento


Per "Eyes on Vjs" questo mese protagonisti i Lab9, vj delle nottate milanesi.


(VJC)Chi si nasconde dietro la sigla Lab9?
(Lab9)Lab9 non è altro che la sigla della nostra prima abitazione ai tempi dell’università:  Laboratorio Abano 9 (via Abano,9 lambrate). E’ un progetto d’arte visuale che nasce il 10 novembre 2001 dalla collaborazione di 2 giovani universitari (bei tempi) Stefano e Alessandro. Il nome si forgia proprio durante la ns prima performance presso il cs COX 18, una video installazione con un vj set di tipo analogico.
 
 
(VJC)Quale percorso ha portato alla nascita della vostra crew?
(Lab9)Sicuramente il fatto di condivedere lo stesso spazio abitativo ha influenzato molto, oltre il fatto che frequentavamo lo stesso corso di laurea. Infatti la passione per il video, per la grafica e animazione ci ha portato a discutere il progetto di tesi nel 2004 dal titolo: “Vjing, nuova frontiera della video-arte”, con una performance live audio/video: Spagh@ti.it (disponibile su www.lab9.eu, www.lab9.it) 
 
 
(VJC)Nella vostra formazione da cosa pensate di essere stati maggiormente influenzati e cosa vi influenza ancora oggi?
(Lab9)Sicuramente dalla televisione e dagli anni’80, mtv x i videoclip, il design, la comunicazione, la possibilità di coinvolgere e stimolare le persone che fruiscono le performance.

 
(VJC)Cos’è un vj?
(Lab9)Da:” Vjing, nuova frontiera della video-arte” (tesi di laurea, 2004)
Sulla soglia tra video-arte, videoclip, grafica multimediale ed intrattenimento visivo, il vjing appartiene al mondo notturno della musica elettronica alternativa e sperimentale. E’ una performance audio-visiva che consiste nel mixaggio e nella manipolazione live di immagini provenienti da fonti diverse. Condivide con la musica elettronica la tecnologia di montaggio non lineare e di effect-keying e tutta una terminologia specific ache lo descrive (loop, feedback, delay,…). Ha in commune con un dj set l’aspetto performativo e l’ambiente dance.

Il vjing è una nuova modalità performativa che assembla dal vivo, frammenti visivi e
campionamenti grafici ritmandoli in una composizione proiettata su uno o più schermi con la musica mixata dal dj. Alla base del vjing è il concetto di performance live, concetto che proviene dall’ambito musicale e che indica qualcosa che avviene dal vivo, di fronte ad un pubblico, come in un concerto.
 
Il termine è usato in maniera sbagliata nell’ambito del canale televisivo MTV, e indica in pratica il presentatore dei programmi televisivi in cui vengono trasmessi i videoclip musicali.
 
(VJC)Vj set o live media?
(Lab9)Entrambi. Sicuramente il vjing è una pratica meno complessa (anche se sempre stimolante) e tuttora vista come un vero e proprio lavoro (resident 2 sere alla settimana in rispettivi club, più le serate one night, per circa 12 serate al mese). Il live media ti da uno stimolo maggiore, derivato dal fatto di un concept, di ricerca e soprattutto di sinergia con la parte relativa all’audio, creato ad hoc per la performance.
 
(VJC)Credete che ci possa essere una narrazione durante il vjset o si deve parlare di pura (o mera?) estetica?
(Lab9)Sicuramente si può parlare di percorso visivo, set narranti che conducono lo spettatore ad una visione “accompagnata”.
 
(VJC)Materiale proprio o resampling?
(Lab9)Materiale proprio. Dopo 8 anni di vjing disponiamo di ampie librerie di video, creati nel corso degli anni. In ogni caso per le serate di punta proponiamo sempre nuovi video, spesso integrando immagini dell’artista, situazioni socio-politiche-tendenze, le quali rihiedono un accurato lavoro di ricerca e di creazione ex-novo dei video.

 
(VJC)Il computer come interfaccia fisica del liveset, limite o estensione?
(Lab9)Spesso il laptop è visto come un limite se non vengono utilizzati controller midi.
 
(VJC)Mi parlereste dei vs progetti attuali?
(Lab9)Collaborazione costante con le crew B_Team e Electricalz, per le serate INPUT.
Inoltre stiamo curando tutta la parte di visual communication per Valtur viaggi
 
(VJC)Progetti futuri?
(Lab9)VIDEODROME 2009, festival di video-arte, vjing, live media FLV - Agenzia di vjing a livello nazionale, nata da un idea di Gianluca Del Gobbo (www.flyer.it) Offrire servizi a 360° nell'ambito del live video: dal semplice booking, all'ideazione, progettazione, organizzazione dell'intero evento, inclusi la progettazione degli spazi e la cura dell'allestimento.
 
(VJC)Quali sono i software che usate durante le vostre performance live e quali per il vjset?
(Lab9)modul8 x il video (sia vjing che live media), mentre x l’audio ci avvaliamo in prevalenza del supporto di Narco, membro del collettivo B_Team, sviluppando tracce grazie a Live.
 
(VJC) Come vedete la scena attuale milanese?
(Lab9)In crescita….Possiamo dire che quasi tutte le serate hanno il supporto del vj.
In dicoteca/club ormai è una figura costante, parte integrante dello staff (in certi casi non visto come un artista, ma come il “tecnico luci”, va bè con il tempo capiranno anche loro…) Spesso invece è parte rilevante di tutto lo spettacolo…Prendiamo ad esempio le serate INPUT al leoncavalllo, dove c’è una progettazione del luogo, sopralluogo, contatto con il service video per decidere la soluzione + idonea, contatto con l’artista x la scelta dei video…



 
< Precedente   Successivo >
You are not authorized to leave comments - please login.